Sono un cliente di Widiba. Ho aperto il conto nel dicembre 2019 e sono molto soddisfatto delle condizioni, del servizio e soprattutto della app. Uso la linea libera con il passaggio automatico a soglia, dal conto corrente e ho alcuni vincoli, per lo più frutto di giroconti dall’altra banca in occasione delle promozioni del tasso a 6 mesi. Ora vorrei investire mensilmente una cifra con un PAC su un fondo internazionale azionario e su un fondo azionario legato al settore della tecnologia perché penso che comunque sia l’andamento del mercato nel breve/medio periodo, in quel settore si possono avere buoni ritorni. L’unico problema è che con Widiba, non posso fare da solo ma mi serve un consulente finanziario. Volevo sapere cosa comporta in termini di costo e di operatività avere un consulente finanziario in Widiba. Cosa devo fare per scegliere? 

 

Rispondo volentieri a questa sua email, perché è una delle domande che mi vengono fatte molto spesso. Poi se la motivazione è la ricerca di un servizio utile, direi indispensabile come il PAC, lo faccio ancora meglio.

Faccio solo una premessa: Widiba è una banca che unisce 2 caratteristiche che possono anche coesistere: da un lato l’estrema praticità di un servizio Self, con i servizi che consentono di avere sottomano e sott’occhio le proprie disponibilità senza code, tempi di attesa, pagine e pagine di carta da firmare e da conservare.

Dall’altra parte, un gruppo di consulenti finanziari, professionisti di questo settore, che possono seguire a 360 gradi il cliente in tutti i suoi bisogni finanziari sia personali, familiari, che aziendali.

Detto questo, alcuni servizi vengono completamente lasciati in mano al cliente che può disporre della sua liquidità per sottoscriverli in base alle proprie esigenze:

Richiesta carte di debito, di credito, sottoscrizione di azioni ed obbligazioni ed altri strumenti di risparmio amministrato tramite una delle piattaforme di trading online più semplici quanto evolute che il mercato possa offrire oggi.

Sottoscrizione di prodotti assicurativi semplici per le coperture personali e della casa; prodotti di liquidità come linee vincolate dai 3 ai 24 mesi a tassi sempre molto interessanti e competitivi.

Quando le esigenze, rientrano nei bisogni della famiglia e sono tipici degli eventi che caratterizzano la vita dell’individuo sono necessarie competenze più specifiche che possano indirizzare il cliente verso il servizio che veramente possa permettere di raggiungere tali obiettivi. 

Ecco che entra in gioco la figura del Consulente Finanziario di Banca Widiba che, affiancato da una banca con una struttura snella, moderna e tecnologicamente evoluta, può dedicarsi alla verifica dei bisogni del cliente  aiutandolo nel lungo periodo al loro conseguimento.

Il Consulente si rende necessario così per la sottoscrizione di prodotti che rientrano nel cosiddetto risparmio gestito, come fondi comuni di investimento o sicav, gestioni patrimoniali, polizze assicurative unit linked o a gestione separata, e fondi pensione o piani individuali pensionistici.

Venendo alla sua domanda, l’assegnazione ad un consulente finanziario di per sé non ha un costo.

Il consulente finanziario è un professionista con mandato di banca Widiba che viene remunerato in funzione del grado di servizio richiesto dal cliente.

Si va dalla consulenza semplice di prodotto che comporta un costo che è ricompreso all’interno del prodotto stesso. Parte di questo costo viene girato alla Banca dalla società che emette il prodotto.

Una percentuale di questo, viene quindi girata al consulente finanziario per il suo compenso professionale.

Si passa poi alla consulenza di portafoglio, generalmente per portafogli superiori a 50.000 euro. Questa tipologia di servizio, consente di creare portafogli di investimento più diversificati ed al contempo correttamente creati per adattarsi ad obiettivi e profili di rischio del cliente nel rispetto delle direttive molto stringenti (Mifid).

Questo tipo di servizio prevede l’eventuale applicazione di un costo di consulenza fisso, per la creazione della proposta di investimento e che può essere addebitato ad ogni revisione periodica programmata con il cliente.

Si arriva quindi al servizio di Consulenza più elevato, destinato a patrimoni superiori ai 100.000 euro, che comprende anche l’analisi del patrimonio immobiliare, il patrimonio presso altre banche, una dettagliata e precisa analisi dei bisogni e la predisposizione di un piano per la pianificazione successoria. In questo caso, è prevista una parcella di consulenza in percentuale al patrimonio considerato, con addebito trimestrale sul conto corrente.

Venendo al suo caso, non avendo specificato il suo patrimonio attuale da considerare e tenendo conto della sua esigenza riguardo al Piano di accumulo di capitale, avrà da considerare un costo del prodotto o dei prodotti sottoscritti (commissioni di gestione), che variano secondo la tipologia di asset, ma che sono disponibili sul sito Morningstar nelle schede prodotto o direttamente sulle schede nel sito della società che emette il prodotto.

Poi dovrà tenere conto di una spesa mensile di un euro, detratto dall’importo investito mensilmente. Parte delle commissioni di gestione annua, sono il compenso del Consulente finanziario che avrà impostato la proposta verificando che tale soluzione sia effettivamente indicata per le sue esigenze e che provvederà a fornirle periodicamente reportistica chiara ed aggiornata per monitorare l’andamento del suo investimento nel tempo e verso l’obiettivo prefissato.

Per scegliere il suo Consulente Finanziario, se per lei è importante il rapporto personale, tenga eventualmente conto della localizzazione rispetto alla sua.

Essendo già cliente della banca, i compiti di riconoscimento ai fini di legge è già stato effettuato dalla banca e questo permetterebbe comunque l’attività a distanza anche con un Consulente che si trova più lontano rispetto a dove lei risiede o lavora.

La tecnologia per gli ambiti di comunicazione, con i moderni software di videochiamata, associate alle modalità di firma digitale dei documenti e delle proposte di investimento/disinvestimento, permettono anche questo tipo di rapporto professionale, che si è rivelato molto utile ed apprezzato nei momenti conseguenti all’epidemia del Covid di questi mesi. 

Resto a disposizione per ulteriori informazioni.

 

 

Recommended Posts