10 cose che potrebbero servirti quest’inverno

L’inverno è alle porte. Il Natale è vicino.
In questo post, senza tanti sfronzoli, 10 cose che potrebbero servire anche a te, che ho acquistato, tutte accumunate dalle caratteristiche di risparmio di qualcosa (let motif di questo Blog), denaro, tempo, energia, nei settori auto, casa, persona.! Buon risparmio.

1) Pneumatici Invernali.

Fra qualche giorno sarà obbligatorio su molte strade l’utilizzo di Pneumatici che rispondano alle caratteristiche dettate dalla normativa.

Ora, non so voi, ma avere 2 treni di pneumatici, comporta un certo dispendio in termini di spazio (chi non puo’ tenerle nel suo garage deve trovare il gommista disposto a farlo per lui), denaro (ogni volta che si cambiano le ruote), ecc.ecc. e quindi tempo.
Con l’avvento delle gomme 4 stagioni si prendono due piccioni con una fava. Rispondono alla normativa e con la mescola speciale vanno bene per ogni stagione senza bisogno quindi di cambiare treno di gomme ogni 6 mesi.

Ricerca quelle giuste per la tua auto: http://amzn.to/2hrLrYX

2) Telo copri parabrezza

E’ inutile negarlo, nelle giornate più’ fredde, abbiamo tutti provato sulla nostra pelle (quella delle mani) cosa significa trovare la nostra auto con il parabrezza ghiacciato ed avere fretta perche’ siamo in ritardo.
I metodi (qualcuno proprio da non fare), oltre alla grattata con le dita…. erano la bottiglia d’acqua calda…..lo spray decongelante, che dura 2 giorni e funziona a macchie…. oppure l’utilizzo della spatola (di tutti i tipi) per grattare il ghiaccio con quel suono caratteristico che alla mattina presto ti fa vergognare rispetto al vicino che ogni sera compre la sua auto come un bambino nella culla e che quando arriva (sempre quando tu stai grattando..) ti guarda sorridendo ed in 6 secondi netti è pronto a partire per l’ufficio. Tu sei sudato, con la manica della giacca bagnata perche’ il ghiaccio finisce sempre li. Sicuramente al vetro non piace molto e, anche se il materiale non è poi cosi’ aggressivo, qualche segnetto alla fine….
Ecco allora che coprire il parabrezza rimane la soluzione più’ veloce e tecnicamente senza problemi collaterali. Ma non con il giornale. Vi è mai capitato di dover girare con la prima pagina del quotidiano stampata sul vetro perche’ non siete riusciti a toglierla perche’ si era inzuppata e poi ghiacciata? E la coperta di panno? Che il mattino devi colpire a calci per piegarla e metterla nel baule, rischiando che qualcuno di segnali per sospetto cadavere in macchina?
Oggi per pochi euro se ne trovano con fissaggio magnetico (cosi’ non devi fare l’acrobazia della chiusura della porta con il lembo della coperta o del giornale dentro, che di solito aumenta il rischio che il lembo resti fuori e dentro ci finisca un dito…)
Alcuni sono sia invernali che estivi, ovvero offrono la protezione estiva dai raggi del sole permettendo di avere volante e cruscotto non bollenti al vostro ritorno dal mare o dall’ufficio.
Ottimo anche come regalo di Natale!

Guarda le caratteristiche: http://amzn.to/2jid5be

3) Pile morbido per Divano

Hai comprato il divano nuovo? Hai il divano vecchio? Non conta.
Che prezzo ha stare sul divano sotto un morbidissimo pile a guardarsi il film o la partita?
Non ha prezzo.
O meglio qualche euro. Ma li vale tutti.
Ottimo anche come Regalo di Natale.

Vedi le caratteristiche: http://amzn.to/2hpShxU

Se preferisci invece “indossare” il pile nel vero senso della parola, magari se sei solo o sola a casa mentre ti guardi il tuo programma preferito Snug-Rug è quello che fa per te! In 7 colori. In America è un must!

Che colore preferisci? http://amzn.to/2jhhlrE

4) Piumone Letto

Il problema non è tanto piumone o non piumone. Perché chi dorme col piumone sa cosa significa. Per gli altri, il consiglio è di abbandonare lenzuola coperte e trapunta e passare al comodissimo sacchettone caldo. Non si stropiccia, non si tira, non finisce sotto la coperta.
E’ li’ e il suo compito è preciso. Farti caldo.
Anche qui, il discorso si complica quando devi decidere quanto freddoloso sei.
Le 3 stelline sono per l’inverno freddo. Le 2 stelline per il passaggio stagionale.
Poi il peso del “ripieno” ha la sua valenza. E anche le cuciture fanno la differenza.
Più’ piccoli sono i quadrotti che contengono le piume, più uniforme sarà la copertura.
Alcuni modelli sono a righe parallele.
Un regalone per natale da farsi in famiglia!

Che modello preferisci tra questi? http://amzn.to/2hpSoJQ

5) Luci natalizie laser

È stata la novità di qualche anno fa.
Hanno sostituito le luci tradizionali da esterno, quelle che si rompono, quelle che sono difficile da mettere via dopo l’uso. Quelle che ogni anno perdono qualche luce.
Questa novità permette di proiettare su qualsiasi superficie della forme colorate che possono essere visualizzate in modo fisso o random.
I disegni sono molteplici e consentono di spaziare tra tutti i simboli natalizi.
Anche qui, con pochi euro effetto garantito.

Questo modello ha 16 lenti intercambiabili: http://amzn.to/2jhYwVa

6) Albero di natale sintetico

Anche l’albero di Natale ha la sua importanza nelle case.
Ormai l’albero tradizionale lo si trova raramente e quasi tutti si buttano sull’albero sintetico, meno impegnativo.

Questo ha un effetto molto realistico: http://amzn.to/2zBMl9Z

7) Termostato nuovo

Più che una moda sembrano aver preso la strada della domotica e i termostati sono diventati uno strumento tecnologico molto importante. Le programmazioni rigide di una volta sono cose passate. Oggi i termostati possono essere gestiti tramite app dallo smartphone, spegnendo o accendendo la caldaia, impostando la temperatura desiderata al rientro o controllando anche la temperatura nelle singole stanze per mezzo di apposite valvole termostatiche intelligenti.

Netatmo è uno dei più recenti e consigliati e il suo costo viene ammortizzato in meno di una stagione.

http://amzn.to/2jiHyGb

Con l’utilizzo delle valvole termostatiche aggiuntive, il controllo avviene stanza per stanza.
C’e’ addirittura un sensore che rileva l’apertura della finestra e chiude la valvola per non consumare riscaldamento.

Scegli il kit più’ adatto alle tue esigenze: http://amzn.to/2hkmbA2

8) Scarpe invernali

Il freddo è arrivato e i piedi stanno bene al calduccio..
Qui ci sono occasioni per tutte le tasche: http://amzn.to/2hmxlEF

9)Regali di Natale: quest’anno … più “buoni”

Stanco di dover scegliere cosa regalare agli amici o ai propri famigliari?

Scegli la tipologia e l’importo e stupisci: http://amzn.to/2hlTrqA

10) Libro Budget famiglia per il prossimo anno

Si chiama Kakebo ed è un metodo giapponese.
E’ un diario per il budget famigliare. La sola azione di trascrivere le spese e i guadagni entro schemi ordinati genera consapevolezza e assicura un risparmio automatico del 35%. Il passo successivo è la possibilità di analizzare nel dettaglio i propri conti per individuare gli sprechi e le voci critiche su cui agire.
Ottimo anche come regalo!

Questo è l’originale tradotto in italiano: Clicca qui

Metto l’undicesima, per ricordare che chi utilizza spesso Amazon, puo’ iscriversi al programma PRIME con 30 giorni in omaggio per avere un sacco di agevolazioni sulle spedizioni, primevideo, ecc.ecc.

Prova gratis 30 giorni: Clicca qui

I propositi di Zuckerberg per il 2016. Fattibili con la domotica low cost.

Forse erano più difficili i suoi obiettivi per il 2015. Doveva leggere un libro ogni 2 settimane e pare ci sia riuscito, portando a termine la lettura di 23 libri che spaziano dalle religioni del mondo alla produzione di energia.

I suoi obiettivi per il 2016, sono a mio avviso molto piu’ fattibili. Ci vogliono solo tempo e soldi. Che a lui non mancano anche adesso che si terrà solo l’1% delle sue azioni, dopo aver deciso di  donare nel tempo,  il resto alla sua Fondazione subito dopo la nascita della sua primogenita Max.

Questo era il suo post originale di ieri 3 gennaio 2016:

Every year, I take on a personal challenge to learn new things and grow outside my work at Facebook. My challenges in…

Posted by Mark Zuckerberg on Sunday, January 3, 2016

 

Ma vediamolo nel dettaglio:

Dice: “Ogni anno, faccio una una sfida con me stesso per imparare cose nuove ed accrescermi fuori dal mio lavoro in Facebook. Le mie sfide degli ultimi anni sono state: leggere due libri al mese, imparare il Mandarino ed incontrare una persona nuova ogni giorno.

La mia sfida personale per il 2016 è di costruire un semplice sistema di intelligenza artificiale per la mia casa che mi aiuti nei miei lavori. Puoi pensare ad una specie di Jarvis in Iron Man.

Inizierò esplorando quali tecnologie esistono già. Poi provero’ con l’insegnamento della mia voce per controllare tutto nella mia casa: musica, luci, temperature ecc.ecc. Insegnerò a riconoscere le facce dei miei amici per farli entrare quando suoneranno al campanello. Insegnerò a farmi sapere qualsiasi cosa stia succedendo nella stanza di Max quando non sono con lei. Dal lato del lavoro, mi aiuterà a visualizzare dati in VR per aiutarmi a costruire servizi migliori e portare maggiore efficienza alla mia organizzazione” . Continua.

A parte sottolineare che gli autori di quei 23 libri ringrazieranno Mark Z. perché grazie al suo post del 2015 hanno incrementato le vendite notevolmente nel 2015, forse questo ultimo post darà un impulso maggiore a quello che la domotica low cost sta facendo da un po’ per soppiantare quello che fino a qualche anno fa pareva essere uno sfizio per pochi eletti, quasi un superfluo insieme di gadget per dimore da sogno per ricchi bambinoni innamorati di congegni elettronici capaci di accendere e spegnere le luci di casa tutte insieme con un solo click….(magari tramite un battito di mani).

Da qualche anno, esistono sistemi senza fili, che permettono di installare dispositivi per la sicurezza, il risparmio energetico, il confort e la salute degli occupanti di edifici. Tutto questo grazie alla Domotica!
Inizialmente esistevano sistemi proprietari che rimanevano chiusi e costringevano ad utilizzare tutti i dispositivi della stessa società.
Oggi, grazie a standard di comunicazione, i sistemi domotici low cost permettono di utilizzare dispositivi di altre marche rispetto alle centraline domotiche che possono essere scelte per motivazioni diverse.fibaro sistem

Uno degli standard, conosciuto come Z-Wave, permette la comunicazione tra un apparecchio che funge da centralina (Hub) che è collegato alla rete Internet della casa e dispositivi di controllo, accensione-spegnimento e molto altro, sparsi per la casa. Questi dispositivi diventano cosi’ controllabili tramite Smartphone, via internet, o con dispositivi touchscreen da qualunque parte del mondo. Oltre a questi, oggi è possibile controllarli anche con la voce tramite alcuni apparecchi già in vendita.fibaro

In sostanza posso:

  • Accendere e spegnere riscaldamento e climatizzazione della casa, quando voglio, in automatico, programmando automaticamente al dipendere del verificarsi di alcune condizioni, quali la temperatura esterna, interna, di una sola stanza, il grado di umidità, interno, esterno, di una stanza, la presenza o meno di una o piu’ persone a seconda di dove si trovino rispetto alla casa.
  • Monitorare la casa anche da lontano, tramite la visualizzazione con telecamere anche a visione notturna, interne o esterne, quando voglio, ad orari prestabiliti, oppure al verificarsi di alcune condizioni, quali un movimento all’interno od all’esterno della casa magari con registrazione di un video da rivedere in seguito o da inviare direttamente alle forze dell’ordine dopo aver fatto suonare la sirena dell’allarme.
  • Alzare o abbassare le tapparelle della casa ad orari prestabiliti o all’alba e al tramonto, tutte insieme, una dopo l’altra o simulando la sequenza che si eseguiva manualmente prima di automatizzarle.
  • Svegliarsi la mattina con luci a led colorate in camera da letto,  che simulano l’alba.
  • Aprire automaticamente la porta d’entrata al verificarsi di un evento, tipo l’arrivo e il riconoscimento di un familiare o di un amico. Consentire a persone tipo babysitter o servizio pulizie di entrare in casa anche se ci si trova in ufficio.
  • Monitorare i consumi energetici di qualsiasi apparecchiatura o carico di qualsiasi presa.
  • Accendere o spegnere qualsiasi elettrodomestico a distanza.

app fibaro

E molto, molto altro.

Solo la fantasia puo’ porre limiti a quanto si puo’ fare con questi sistemi oggi.

Alcune delle società leader in questo settore, attualmente, sono:

FIBARO

ZIPATO

MICASAVERDE

o i più recenti:

SMARTTHINGS di Samsung

Attenzione ora, perché nasceranno come funghi pseudo esperti di domotica con siti, blog, ebook, pagine fb, video su youtube, che vi diranno come fare il miglior impianto in casa vostra.
Lasciate perdere. Prendetevi un po’ di tempo. Fissatevi un budget e iniziate a comprare la centralina e qualche dispositivo. Sperimentate da soli. La soddisfazione per i risultati non ha prezzo. Togliete la corrente prima di fare qualsiasi cosa….
E se lo fa Zuckemberg con i soldi e le possibilità che ha, perché non dovremo farlo noi? Anche se, a mio avviso, Zuckemberg potrebbe pensare a qualche acquisto in termini leggermente piu’ grandi del singolo apparecchio….

Viva la domotica low cost!!!!