Come viaggiare gratis in aereo?

Ma è veramente possibile viaggiare gratis in aereo?

Viaggiare gratis in aereo non sarebbe male per nessuno, anche per chi può permetterselo senza problemi, per raggiungere le mete esotiche e ritornare al caldo. Ma il viaggio è lungo e a volte costoso.

Ma lo sai che esiste un modo di accumulare punti utilizzando la carta di credito. E che questi punti possono poi essere convertiti in “miglia” ed utilizzati con le compagnie aeree per acquistare dei biglietti aerei gratuitamente o quasi?

Si! Tutto vero! Si può’ praticamente viaggiare gratis in aereo.

In America molti lo fanno già e anche qui da noi qualcuno viaggia gratis o quasi gratis utilizzando i punti della carta di credito convertiti poi in miglia aeree.

Ma come funziona?

Seguimi per 2 minuti. Dunque: ci sono carte di credito che hanno dei programmi premio per i loro possessori.

Ad esempio American Express, ha il famoso Membership Rewards ® . Il titolare della carta, quando fa acquisti usando la carta American Express sia on-line (es. su Amazon, Ebay, ecc.) che offline (Coop per la spesa, Q8 per il pieno di carburante, ecc.ecc.) , accumula punti che potrà utilizzare quando vuole, per avere dei premi presenti su un catalogo che ogni anno viene rinnovato.

Ma può’ anche decidere di convertirli in punti di altre società partner quali, ad esempio compagnie aeree.

Alcune compagnie aeree hanno  a loro volta programmi di fedeltà che consentono di accumulare punti per ogni acquisto di biglietti aerei, da riutilizzare per poter acquistare totalmente o parzialmente altri biglietti per futuri viaggi. E’ un sistema che utilizzano i cosiddetti Frequent Flyers.

Come dicevo, è possibile convertire i punti della carta di credito nei punti utilizzati dalle compagnie aeree nei loro programmi premio e questo consente di poter usufruire delle stesse agevolazioni ed usare i punti per viaggiare gratis.

Esistono anche carte di credito già brandizzate con il nome della compagnia aerea.

Per premiare il cliente, la società della carta, fa altre promozioni che prevedono punti in omaggio, ad esempio quando si sottoscrive la richiesta della carta di credito, oppure grazie alla presentazione di un già cliente.

In quest’ultimo caso, ad esempio, la società regala dei punti sia al presentatore che al presentato, con beneficio per entrambi che non si avrebbe in altro modo. (nel caso specifico ti comunico che cliccando su quel link avremo un vantaggio reciproco, sia chiaro. Per l’esattezza tu guadagnerai 15.000 punti e io 10.000).

Ma parliamo di numeri, per capire meglio e facciamo un esempio.
Se richiedi una carta American Express (facciamo l’esempio della Base che ha un costo iniziale di 0 euro) tramite un invito, puoi ricevere 15.000 punti Membership Rewards appena avrai speso 1000 euro entro 3 mesi dalla ricezione della carta.

Per fare sempre un esempio, un volo andata/ritorno economy con biglietto premio Alitalia (o compagnie Partner) in Italia o Europa del Nord, richiede 24.000 miglia (che corrispondono a 24.000 punti della tua carta visto che attualmente il concambio è 1 a 1).  

Come faccio ad accumulare punti per viaggiare gratis in aereo?

Per accumulare punti i consigli sono di domiciliare le utenze sulla tua carta. Mentre in banca o pagando con bollettino, non hai questo tipo di vantaggio, con questo sistema, ogni addebito si trasforma in un accredito di punti (cosa che non avresti avuto). Associa a Paypal la tua carta per gli acquisti online, anche per aumentare la sicurezza. Poi, per la spesa al supermercato, utilizzala alla cassa. (Abilitala a Google Pay o Apple Pay per far prima). Paga il pieno di carburante e altri acquisti per l’auto, come il parcheggio e l’autostrada.

Consigliala ad un tuo amico e dopo qualche anno, potresti regalarti il viaggio dei tuoi sogni senza aver speso un euro o quasi.

Cosa aspetti? Fatti un viaggio gratis! E passa parola!

 

Qui trovi la tabella di Alitalia con il programma Mille Miglia Multicarrier che ti permette di usare i punti millemiglia anche su tratte di compagnie partner: https://www.alitalia.com/content/dam/alitalia/files/IT/millemiglia/Tabella_Premio_Standard_Multicarrier_2016-2017-IT.pdf

10 cose da vedere nel Parco del Delta del Po veneto

Vivo in un posto stupendo: Il Parco del Delta del Po.

Il turista che non conosce il Parco del Delta del Po, può’ pensare che si tratti di un parco recintato, con biglietto di ingresso.
No, il Parco del Delta del Po è innanzitutto un Parco che comprende due Parchi Regionali: Il Parco Regionale del Delta del Po Veneto ed il Parco Regionale Del Delta del Po Emilia  Romagna.

Ed è quindi un parco contenente diverse aree e diversi centri visita che sono presenti all’interno di un vasto territorio (780 Km quadrati del Parco del Delta del Po Veneto)
Qui invece ci soffermiamo su alcune cose da vedere e da visitare nel Parco del Delta del Po Veneto.

Alcuni itinerari già preparati, consentono di visitare e vedere:

1) La Sacca degli Scardovari

2) La Spiaggia di Boccasette

3) La Via delle Valli

4) Il Museo della Bonifica

5) Il giardino Botanico Litoraneo

6) Una valle da pesca

7) Una via golenale

8) Bonelli e Santa Giulia

9) San Basilio

10) Adria, Loreo

Borgo Coloti di Montone: una vacanza che non si dimentica facilmente

Aggiornamento: Abbiamo saputo che il Borgo è stato chiuso. Ci dispiace veramente tanto. Chissà se ci faranno sapere le motivazioni. Il Dominio del sito internet indicato alla fine dell’articolo, non va più sulla home page del Borgo Coloti, ma pare sia stato acquistato da un negozio online di scarpe…
 
Avere pochi giorni a disposizione. Aver voglia di vedere l’Umbria. Voler visitare Assisi. Aver visto Gubbio su Don Matteo e volerlo vedere dal vivo. Volere un posto tranquillo per rilassarsi. Ambiente familiare. Spendere poco. Questi erano i nostri presupposti.
Le variabili: viaggiamo con due bambini di 2 e 4 anni e i loro 2 passeggini. Se ci fosse una piscina…. Meglio l’appartamento.
Risultato della ricerca: Borgo Coloti di Montone.
C’era una volta, un antico Borgo medievale, a 480 metri di altitudine, immerso, anzi, nascosto nelle colline dell’Alta Valle del Tevere, nella provincia di Perugia, a 8 km da Montone.
Poi il Borgo fu abbandonato.
Poi, l’università’ di Perugia fece costruire un Osservatorio Astronomico perché in quel punto si è in una delle zone con meno inquinamento luminoso d’Italia. Poi fu finanziata la ricostruzione e affidata ad una cooperativa di turismo sociale la gestione turistica degli 8 appartamenti presenti. Oggi Anna e Franco, accolgono affettuosamente i turisti e non fanno mancare loro nulla.
Questa la breve storia, che potete approfondire nel loro sito (1)
Si arriva dalla E45 uscendo all’uscita per Montone – Pietralunga e seguendo le indicazioni per l’Osservatorio Astronomico.
Dopo 5 km di strada sterrata, si raggiunge un’ultima salita al Borgo, gli ultimi 200 metri della quale, sono da fare rigorosamente in prima marcia e possibilmente “a benzina”.
Si parcheggia fuori, all’esterno del cancello.
Quando siamo arrivati, Anna ci è venuta incontro per accoglierci. E’ stata subito una bella impressione. Fa sempre piacere che le persone ti accolgano col sorriso. In fondo vuoi andare
in un posto per star bene e se ti accolgono bene, e’ gia’ un buon inizio. (ai signori gestori che utilizzano il metodo della faccia triste o cupa, consiglio di cambiare….magari fate un giro a Coloti per imparare come si fa.)
Il nostro appartamento era un trilocale su 2 piani al 3 e all’ultimo piano di una ex torre. Scale in legno, pietra a vista, travi in legno, pavimento in cotto, finestre in legno piccole. Bello, semplice, pulito ed accogliente: quello che cercavamo.
Scarichiamo le valigie (Franco, gentilissimo, ci fa portare la macchina dentro il cancello per le operazioni di scarico).
Mettiamo tutto negli armadi e poi giu’ a visitare il piccolo borgo e soprattutto a tuffarci nella piscina!  con questo caldo, ci sta proprio bene.

Per accedere alla piscina bisogna scendere lungo un sentiero ben battuto per circa 100 metri. Ma non si sentono ne’ all’andata e neanche al ritorno. Con 2 bambini piccoli, la piscina diventa un ottimo alleato, anche per chi vuole riposare.
Il bello di questo Borgo, oltre a tante altre cose,  è che, a mio avviso, è perfetto per compagnie di amici con le loro famiglie. “Fuori dei piedi” al punto giusto, ma consente di rimanere in contatto quando si vuole sia con gli altri che con il mondo esterno.
E’ prevista anche una cena comunitaria, (partecipazione libera), che prevede una tavolata con tutti gli ospiti del borgo per conoscersi meglio. Al termine Anna ci ha ammagliato con la sua lezione di Astronomia, grazie ad un cielo stellato stupendo e all’assenza quasi totale di luci di disturbo.
Dal borgo, con pochi chilometri si raggiunge Montone, un bellissimo borgo tra i cento piu’ belli d’Italia (2) e tutti i centri piu’ o meno noti della bellissima Umbria.
Per la cronaca abbiamo visitato, oltre a Montone,  la bellissima Gubbio, Umbertide e Assisi.
In qualità di aderenti al Gas di Taglio di Po, abbiamo usufruito di una promozione riservata ai “Gasisti”. Se non fate parte di un GAS, chiedete se potete essere qualificati come “amici del Gas di Taglio di Po…” o “mi manda… Federico Ferro….” :).
 

Nella foto 1:  in alto il nostro alloggio , sotto la piscina. Nella foto 2: il panorama dalla nostra sala da pranzo.
… Si, lo so, potevo almeno aprire la finestra per fare la foto…. ma era troppo bello!Riferimenti e Indirizzi internet citati:
(1) Il sito del Borgo di Coloti – Prezzi, info, come arrivare:  http://www.coloti.it
(2)  Montone – Uno dei 100 borghi piu’ belli d’Italia  http://www.borghitalia.it/html/borgo_it.php?codice_borgo=624&codice=elenco&page=1